Caccia e Natura in Romania



Oche

La Romania è di certo uno dei posti che offre le condizioni migliori in Europa per cacciare queste specie (Anser anser), in quanto, numerose unità svernano nelle rive del Danubio insediandosi in campi di grano appena nato, oltre che in campi di grano turco, zona nella quale vanno in pastura.

vita sociale e attività migratoria

Per quanto riguarda la loro vita sociale, le oche sono degli uccelli con una vita di coppia caratterizzata da una grande fedeltà nei confronti del partner; peculiarità per la quale i piccoli sono seguiti sia dal padre che dalla madre, favorendo un tasso di sopravvivenza più alto rispetto ad altri animali nei quali il cucciolo è seguito da un solo genitore. Questi legami amorosi, inoltre, danno la possibilità al cacciatore di trovare una maggior parte di unità di questo volatile, in quanto anche molte specie selvatiche dei continenti europeo, asiatico e nordamericano sono grandi migratori, caratterizzati dal fatto di nidificare all’estremo nord e trascorrere il periodo invernale in zone più a sud.

dove e quando cacciare le oche

Il periodo migliore per cacciare le oche va dal mese di novembre, quando cominciano i primi sbalzi termici che favoriscono la formazione di banchi di nebbia, fino a fine gennaio. A causa di queste condizioni climatiche, infatti, è molto utile avere una guida locale capace di portare i cacciatori nelle migliori zone atte all’attività venatoria.

Questi volatili si catturano in una grande isola che gode di una superficie di 80.000 ettari, la quale offre uno spettacolo unico per la quantità e la varietà di questo uccello selvatico. Si caccia anche in terraferma nelle campagne limitrofe al Danubio, inoltre non sono da trascurare in alcuni periodi anche le risaie, ma in quest’ultimo luogo però, i carnieri sono dipendenti dalle condizioni climatiche.